Press "Enter" to skip to content

Blog Attacco Solare Posts

Come migliorarsi, i 5 migliori libri sulla crescita personale

Non sempre basta volere una cosa per fare in modo che questa accada. Spesso bisogna davvero lavorare sodo e a volte basta anche solo un pizzico di fortuna.
L’unica cosa che conta davvero, però, è dedicarsi con anima e corpo ad un progetto affinché la mente possa seguire il suo flusso naturale e possa influire sulle scelte ed infine sulla crescita personale.

Grazie a molti guru della spinta motivazionale, oggi si sanno molte più cose sulla consapevolezza dei propri mezzi ma non solo, si è anche finalmente capito che le nostre possibilità possono essere davvero infinite e che la nostra mente deve solamente cambiare l’approccio con il quale si affaccia alle nuove sfide.

Migliaia di autori hanno scritto volumi su volumi per spingere l’individuo a potenziare le proprie capacità al fine di ottenere tutto nella vita, ma solo pochi sono stati in grado di guidare passo dopo passo il lettore, fino a cambiare radicalmente la sua visione globale di tutto ciò che lo circonda.

Libri sulla Crescita Personale

Ecco i 5 libri migliori sulla crescita personale, votati dai lettori di tutto il mondo come la bibbia che tutti dovrebbero tenere nel comodino di fianco al letto.

 

1. LE SETTE REGOLE PER AVER SUCCESSO

Questo libro di Covey è un vero e proprio manuale su come ottenere degli obiettivi passo per passo. Ogni capitolo sviluppa una metodologia di riuscita che porta per mano il lettore verso il raggiungimento delle mire prefissate, che siano esse inerenti alla sfera personale o all’ambito lavorativo.

 

2. IL MONACO CHE VENDETTE LA SUA FERRARI

Robin Sharma racconta la svolta della sua vita, dalla Ferrari che divenne nel tempo il simbolo del suo successo nella vita, alla decisione drastica di vendere tutto per diventare davvero veramente felice. Il saggio autore racconta i passi che lo hanno portato a voler conoscere più a fondo la sua esistenza, rinunciando a qualcosa prima per ottenere molto dopo, in un drastico cambio che a lui risulterà non solo favorevole, ma addirittura vitale.

 

3. COME TRATTARE GLI ALTRI E FARSELI AMICI

Dale Carnegie ci avvolge nel suo mondo fatto di strategie mentali nuove, schemi ed orizzonti mai provati prima e che porteranno ogni lettore a rivedere le proprie abitudini ed il comportamento che ha sempre, erroneamente o meno, avuto con il prossimo.

 

4. DETTO, FATTO: L’ARTE DELL’EFFICIENZA

Per migliorare la propria posizione sociale o semplicemente alcuni aspetti del carattere personale, il manuale di David Allen è il meglio che si possa trovare in libreria. Una guida per gestire il tempo, imparare a riconoscere l’ansia e gli allarmi del corpo e finalmente avere una guida per affrontare gli impegni quotidiani e gli incidenti di percorso che rischiano di affondare anche il più coriaceo dei lettori. Il segreto del successo è una mente aperta ma rilassata, pronta a cogliere le sfumature della vita senza però farsi sopraffare da esse per una equazione che vede salire la produttività personale in maniera inversamente proporzionale al livello di stress al quale si sottopone il corpo.

 

5. PENSA E ARRICCHISCI TE STESSO

Napoleon Hill è uno dei precursori di questo argomento e ha trascorso due decenni della sua carriera a studiare le persone di successo per trarre le sue logiche deduzioni. Questo libro è praticamente da imparare a memoria per la sua metodicità e le sue pagine vanno letteralmente assorbite e capite a fondo per carpirne ogni segreto.

Leave a Comment

5 migliori tipologie di tappeti

La casa con un tappeto è molto più calda e accogliente. La tradizione è antica e arriva da Oriente, ma da secoli nei palazzi e nelle ville nobili hanno trovato spazio, impreziosendo i ricchi arredi.
Oggi nelle abitazioni di tutti non possono mancare, ma la scelta, a volte, necessita di una guida. Un suggerimento è utile, perché decidere tra le tante versioni in commercio è un’impresa ardua. Si deve guardare il colore, quindi l’abbinamento con il mobilio, la grandezza e magari il significato del disegno, che spesso riprende le rappresentazioni antiche.

Le 5 migliori tipologie di tappeti per arredare la casa si trovano seguendo le indicazioni degli esperti. Le caratteristiche di questi oggetti vanno esaminate con molta attenzione e chi se ne intende non si lascia sfuggire neppure un dettaglio. Non basta essere arredatori, ma serve competenza in materia. Aiuta certamente conoscere la lavorazione e la cultura del Paese di origine. Sia si tratti di tappeti nuovi, sia si tratti di tessuti antichi. Spesso arredare la casa con un tappeto persiano fa nascere una gran quantità di domande.

Ci si chiede se sia quello giusto, se sia di qualità, se il colore di fondo si intoni con mobili, pavimenti e pareti.
Non c’è nulla di strano nell’avere dei dubbi, in particolare se si sta acquistando un articolo artigianale con un costo importante. L’obiettivo è certamente quello di portare a casa un oggetto importante, che regali risalto all’abitazione e che piaccia.

Tra le 5 migliori tipologie di tappeti da consigliare a coloro che desiderano impreziosire l’immobile ci sono i persiani.
Ci sono i Damask, creati con un materiale misto, lana e viscosa. Sono molto raffinati e il loro nome deriva dai tessuti damascati e dai centrini tipici della tradizione del Medio Oriente.
I decori sono composti da disegni stilizzati di fiori. Si adattano facilmente a ogni tipo di ambiente, in stile antico o moderno.
Un altro tappeto interessante è il modello patchwork, composto da diversi pezzi di vecchi tappeti persiani, uniti da apposite cuciture eseguite su un tessuto colorato in modo da valorizzare le varie parti. Non è un modo per riciclare scarti o tappeti rovinati, ma una vera e propria reinterpretazione, attraverso una forma di arte, di antichi manufatti di grande fattura e valore. Non essendo più integri, si prendono le parti sane e le si cuciono tra loro, con un senso artistico particolare. Uno dei criteri per l’abbinamento è il colore.

Sempre in tema di vecchio ci sono i tappeti Vintage. Sono tutti di origine persiana e sono datati, ma pronti per ritornare di moda e mostrare fiori, colori vivaci e motivi geometrici. Un po’ sbiaditi dal tempo, assumono un aspetto elegante e ben si adattano alle case, regalando il calore che meritano i padroni di casa e i loro ospiti.
Dall’Iran arrivano anche i tappeti Nain, dal nome della città confinante con il deserto. Nel centro ci sono abitazioni realizzate in argilla e una delle moschee più antiche dello Stato. A contraddistinguere il tessuto è la grande qualità, con nodi densi. Arabeschi e fiori compongono i decori.
Da Tabriz arrivano gli altri tappeti che prendono il nome della città. La particolarità è rappresentata dal vello, corto e ruvido. Spesso vi sono disegnati alberi, a raffigurare le quattro stagioni.

Leave a Comment

5 fantastiche decorazioni da parete per la casa

L’inserimento di elementi decorativi all’interno della propria casa è fondamentale per chi vuole avere degli ambienti personalizzati, che rispecchino in ogni loro aspetto il proprio modo di essere. Esistono in commercio moltissimi accessori e decorazioni; negli ultimi anni stanno diventando molto di moda le decorazioni da parete.

Quadri d’arte

I quadri sono sicuramente delle decorazioni da parete da sempre utilizzati. Il modo in cui vengono disposti varia a seconda dei gusti personali; ultimamente sta prendendo strada l’uso di comporre un quadro composto da diverse parti. L’effetto ottico che ne deriva è molto piacevole e sicuramente ottimo per rendere la propria casa moderna e stilosa.
Si tratta di una sorta di puzzle, in cui i pezzi possono avere dimensioni e geometrie diverse gli uni dagli altri. Quadri di questo genere possono essere facilmente acquistati online, ma anche nei più grandi centri di vendita di accessori per l’arredamento.

Orologi da parete

Altro elemento d’arredo da parete da sempre utilizzato è l’orologio da parete. Ormai ne esistono di tante forme e colore, caratteristiche molto importanti per rimanere in linea con lo stile che si è scelto per la propria casa. Oltre all’uso strettamente funzionale ed estetico di un orologio, può essere un ottimo accessorio per coniugare diverse esigenze. Esistono, infatti, orologi che prevedono anche una parte di lavagna, molto utili da inserire in cucina, dove si coniuga la necessità di conoscere l’orario con quello di annotare impegni e ogni genere di cosa.

Luci per interni

Le luci possono essere un altro elemento d’arredo per la decorazione delle pareti della propria casa. In questo caso, è necessario inserire il punto luce laddove ce ne sia bisogno, per evitare di arricchire l’ambiente in maniera eccessiva. Esistono moltissime varianti di applique da parete, che vengono incontro a qualsiasi stile si desideri. Per creare un effetto ottico maggiore, si può pensare di utilizzare le applique per inserire luci di diversi colori in determinati ambienti della casa.
In una casa poco luminosa, una decorazione da parete che può unire l’estetica alla funzionalità è senza dubbio lo specchio. L’inserimento di questo accessorio permetterà di creare un piacevole effetto ottico che farà sembrare l’ambiente molto più grande e senza dubbio meno buio.

Sticker

L’elemento decorativo da parete che negli ultimi anni sta davvero spopolando, però, è senza dubbio lo sticker. Non è altro che un adesivo che è possibile inserire in ogni angolo della casa. L’applicazione è molto semplice, in quanto è necessario soltanto farlo aderire bene al muro. In questo modo, si possono scrivere frasi sul muro che si ritengono molto significative. Allo stesso modo, specialmente in cucina, si può inserire una lavagna adesiva su cui annotare la lista della spesa. In salotto, invece, si possono applicare sticker decorativi all’altezza del divano, che risultano molto eleganti e al tempo stesso davvero belli da vedere. Ma gli stickers possono essere utilizzati anche per decorare la camera dei bambini: in questo modo si potranno abbellire facilmente le pareti senza doverle dipingere.

Leave a Comment

5 prodotti di bellezza da provare subito

Ci sono dei prodotti di bellezza che possono essere considerati dei “Must-Have”, per qualità, efficacia e prezzo. Di seguito, ve ne presentiamo alcuni.

“Linea Corpo di Aveeno”

Tutti i prodotti dedicati al corpo della Aveeno sono nati per rispettare e prendersi cura della cute, anche di quella particolarmente sensibile. La linea comprende detergenti per il corpo di diverse composizioni, nonché creme idratanti, dalle più leggere alle più ricche, e oli emollienti. Grazie all’integrazione con l’avena colloidale, i detergenti e le creme dell’Aveeno nutrono e leniscono la cute, rendendola più liscia e luminosa: cosa molto importante, sono prodotti molto buoni che mantengono ciò che promettono. I prezzi sono più che accessibili: per un flacone da 400 ml di bagno-doccia idratante e relativa crema (tubo da 200 ml) per il corpo si spendono, all’incirca, 20 euro.

“BB cream di L’Oréal”

Da un po’ di tempo, le BB cream stanno raccogliendo più consensi del tradizionale fondotinta. Ed era ora!

Queste creme, infatti, oltre a donare all’incarnato un colorito uniforme e naturale, risultano anche in grado di coprire le piccole imperfezioni cutanee senza appesantire troppo il viso. Quella di L’Oréal, per noi, è la migliore BB cream in commercio. Il punto di forza di questo prodotto è l’adattabilità alla tonalità della pelle, grazie all’azione dei pigmenti “color osmose” in essa contenuti. Infatti, la crema, a mano a mano che viene stesa sul viso, acquista la tonalità dell’incarnato, colorandolo con una cromia lievemente più scura. Il prodotto si stende facilmente, rapidamente e con le dita: copre le imperfezioni e le occhiaie, non lascia antiestetici salti di colore tra viso e collo, non sporca gli abiti e ha un’ottima tenuta. Il costo di questo prodotto, veramente molto raccomandato, è di 8,80 euro.

“Bain Elixir Ultime di Kérastase”

Questo non è un semplice shampoo ma un vero e proprio elisir per i capelli un prodotto di bellezza da avere. Il detergente è arricchito da una rosa di oli che puliscono a fondo, idratano, ammorbidiscono, nutrono e rendono super-luminosi i vostri capelli. Ne basta pochissimo, non fa molta schiuma perché è completamente privo dei dannosi parabeni e funziona alla grande. E’ adatto a tutti i tipi di capelli, aiuta a domare anche le chiome più ribelli e a districare i nodi più ostinati. Un flacone da 250 ml, che dura veramente tantissimo, costa 15 euro.

Scrub per il viso “Hydra Végétal d’Yves Rocher”

Si tratta di un gel esfoliante per il viso arricchito con estratti di salvia e linfa vegetale, non è assolutamente aggressivo e, mentre deterge e rimuove le cellule morte dell’epidermide, idrata e dona una levigatezza e una luminosità eccezionali. Inoltre, dona un piacevole senso di freschezza, distende e rende più elastica la pelle, e i suoi microgranuli di bambù rimuovono tutte le impurità. Si usa un paio di volte alla settimana, su pelle pulita, semplicemente massaggiandone sul viso una piccola quantità. Per un tubo di gel da 75 ml si spendono solo 9,95 euro.

“Mascara Diorshow”

Per ultimo, ci sbilanciamo e vi consigliamo quello che, a parere nostro, è il “rimmel perfetto“. Con questo prodotto è praticamente impossibile impaccare le ciglia. Il suo applicatore, della forma tradizionale, è ricchissimo di setole, mentre la composizione del mascara è arricchita con oli emollienti e microfibre che donano l’effetto “ciglia finte”. Insomma, uno spettacolo di prodotto che non costa poco (30,50 euro), ma che dura parecchio e dona ciglia folte, lunghe e perfettamente incurvate con una sola passata.

Leave a Comment

Il giusto setup per una Mini 4wd velocissima

Ci sono diversi tipi di assetto possibili per le mini 4wd, a seconda del tipo di tracciato e di gara che vogliamo affrontare. Il setup che riguarda questa guida è quello che cerca di ottenere la massima velocità.
Ovviamente, se vogliamo competere nelle gare, è importante conoscere il regolamento della categoria, infatti ogni categoria lascia diversi margini alla personalizzazione della macchina.

Peso

La prima regola per ottenere una velocità maggiore è una semplice ed intuitiva legge della fisica: occorre ridurre il peso al minimo.
Per fare questo, i produttori giapponesi più all’avanguardia, sono riusciti a rimuovere tutte le parti superflue in plastica, sostituendole con una struttura in fibra di carbonio ultraleggera e resistente al tempo stesso. E’ possibile ottenere una mini 4wd velocissima che non superi i 150 grammi, batterie incluse.

Roller

Molto importanti per conferire stabilità sono i roller o rotelle di appoggio. La maggior parte dei settaggi prevede due roller sull’anteriore e quattro sul posteriore, ma esistono ottimi settaggi che ne prevedono solamente due anche sul posteriore. Il passo fra i due appoggi deve essere ridotto al minimo, accorciando la macchina, è possibile anche portare le rotelle di appoggio ai lati delle ruote.
E’ consigliabile tenere le rotelle delle mini 4wd molto basse, a circa 3 millimetri dal suolo, per evitare i ribaltamenti quando si raggiungono velocità elevate.
I roller anteriori sono quelli che richiedono le maggiori attenzioni perchè sono i responsabili della tenuta di strada in curva. Per i piloti più esperti è bene imparare a rimuovere le parti in gomma per ottenere un attrito minore. Il diametro per gli assetti veloci può essere variabile dagli 8/9 millimetri ai 12/13 millimetri, ovviamente un diametro minore migliora la stabilità ma riduce la velocità.
Nella parte superiore è consigliabile aggiungere uno stabilizzatore, che deve avere un diametro leggermente inferiore a quello del roller.

Ruote Mini 4wd

Anche la forma e le dimensioni delle ruote influiscono sulla velocità.
Per il setup speed, vanno utilizzate le ruote dal diametro maggiore: 31/32 millimetri standard oppure 35 millimetri modificate. Per ottenere il minimo attrito, si possono tagliare le gomme originali ed ottenere una superficie sottilissima che riduce la differenza fra ruota interna ed esterna nelle curve.

Trasmissione

Per ottenere la massima velocità è necessario che gli ingranaggi di trasmissione non si spostino dal centro della struttura in modo da non toccarne le pareti creando attrito.
Per questo motivo si aggiungono dei semplici accorgimenti come una piccola guarnizione sull’albero che mantiene l’ingranaggio al proprio posto.
Il contro-ingranaggio a sua volta deve opporre il minor attrito alla rotazione, questo si ottiene sicuramente con la qualità dei materiali ma anche con la corretta manutenzione, pulizia e lubrificazione delle parti.
Per quanto riguarda il rapporto, ovviamente, si preferiscono i rapporti bassi.

Motori Mini 4wd

In linea generale, bisogna tenere in considerazione, oltre alla velocità, anche il consumo e la resistenza, per evitare di avere un motore velocissimo che non riesce però a concludere la gara.

Leave a Comment

Vasi da arredamento, le ultime mode e tendenze

L’arredamento d’interni si basa sulla ricerca di un’armonia d’insieme, formata dall’accostamento di particolari ricercati:
in questo intento giocano un ruolo fondamentale i complementi d’arredo.

I vasi, in particolare, rappresentano un oggetto versatile ed efficacissimo per trasformare con pochi tocchi lo stile di un angolo, di un piccolo spazio o di un’intera stanza. Spesso sottovalutati, alcune volte messi da parte dalle mode e dalle tendenze, quest’anno i vasi da arredamento riscoprono invece tutte le loro potenzialità, ritrovando un ruolo importante nella decorazione degli ambienti domestici. Ecco quindi che il vaso fa il suo ritorno sulle mensole, sui tavoli e sui tavolini o – quando di grandi dimensioni – direttamente appoggiato sul pavimento: in commercio esistono ormai talmente tanti stili e modelli che sarà impossibile non trovare l’oggetto che saprà inserirsi alla perfezione nell’ambiente da arredare.

Tradizionalmente legato alla sua funzione primaria – cioè quella di contenitore dedicato, in prevalenza, a ospitare fiori e piante – il vaso decorativo svolge oggi una funzione più che altro estetica.

Nella scelta dei vasi d’arredo, però, non sarà solo l’aspetto a dover guidare: materiali, dimensioni e stabilità potranno influire. In primo luogo si dovrà svolgere una breve ma accurata analisi del contesto in cui il vaso andrà inserito.
Spazio a disposizione, base d’appoggio e aspetto degli altri complementi d’arredo presenti nella stanza, infatti, saranno decisivi. In linea di massima si possono individuare ispirazioni più moderne e contemporanee – che giocano su forme e decorazioni geometriche, spesso in contrasto tra loro – in contrapposizione a vasi dall’aspetto classico, di solito modellati su materiali che richiamano la tradizione, come la terracotta.

La scelta potrà ricadere sugli uni o sugli altri sulla base del proprio gusto personale e delle specifiche esigenze dell’ambiente da arredare. Una casa in stile urbano, per esempio, sarà la più adatta a ospitare vasi dalle ispirazioni minimali.
I design essenziali, quasi asciutti, di questo genere di pezzi si presta molto bene alla sovrapposizione di volumi: in questo caso, infatti, i vasi potranno essere collocati in composizioni numerose che consentiranno di giocare con accostamenti di varie dimensioni.
E se la casa, invece, si trova avvolta nella cornice naturale della campagna o del mare?
Via libera, in questo caso, a materiali lavorati artigianalmente – come la terracotta o l’alluminio smaltato – che strizzeranno l’occhio a un gusto più vintage, accogliente e confortevole.

Le ultime tendenze in fatto di vasi d’arredo ripropongono, infine, il sempre apprezzato trend del riciclo e dei materiali riutilizzati o di finto recupero. Tracce di queste suggestioni si ritrovano, per esempio, nello stile shabby chic, in cui i più comuni recipienti dimenticano le proprie umili origini per diventare protagonisti nella decorazione della casa. Ecco quindi che anche i normali vasi per le conserve o i bicchieri scompagnati possono trasformarsi in veri e propri vasi d’arredo, destinati a occupare il posto d’onore sul mobile dell’ingresso o sul tavolo del soggiorno.

La chiave di un allestimento ben riuscito?

Quello di collocarli in grande numero in più punti della stanza, alternandoli ad altri complementi d’arredo nello stesso stile: cornici di legno naturale o oggetti di uso comune nobilitati fungeranno da accostamento perfetto.

Leave a Comment

I ricambi scooter più ricercati e più venduti

Qualora qualcuno volesse acquistare dei ricambi per scooter non avrebbe che l’imbarazzo della scelta. Gli accessori per questi veicoli sono così tanti che spesso diventa difficile selezionarli tutti a modo. Basti pensare che nel mondo, secondo le statistiche, ogni 7 secondi qualcuno decide di acquistare un ricambio per la propria moto. E quali sono allora i ricambi più venduti e richiesti?

In prima posizione, anche se potrebbe sembrare strano, si trovano le sospensioni. Queste vengono richieste con una frequenza assurda nel mondo e il motivo risiede nella troppa usura delle sospensioni. Viaggiando su strade particolarmente sconnesse, sullo sterrato, addentrandosi in luoghi particolari le sospensioni subiscono sempre dello stress e finiscono per deteriorarsi. Senza contare il fatto che spesso al momento dell’acquisto hanno già subito degli sforzi e devono così adattarsi alle nuove condizioni. Ma non solo. Difatti, non è raro che le sospensioni vengano montate in maniera fai-da-te e possano rompersi facilmente durante il moto. Il che è quasi sempre una situazione che richiede l’acquisto aggiuntivo di questi ricambi.

Un discorso completamente a parte riguarda il settore delle decorazioni. Del resto si sa che i possessori degli scooter vogliono far sì che questi sembrino dei veri gioielli d’arte in grado di deliziare l’occhio. Così si comprano vari oggetti, come delle lucine elettriche aggiuntive, ali decorative, ali posteriori, un blocco frontale maggiormente aerodinamico e così via. Si potrebbe, certamente, pensare che tali modificazioni non siano propriamente necessari, eppure a sentire i proprietari delle moto sono dovuti. In questa categoria rientrano anche i vari adesivi che gli italiani amano incollare sulla carrozzeria, in modo da farla sembrare più bella esteriormente.

E se da un lato l’acquisto dei ricambi moto e scooter decorativi è soltanto un optional, dall’altro controllare (e cambiare) in via periodica i freni è un obbligo riguardante la sicurezza. Il discorso qui è molto simile a quello effettuato per le sospensioni. Su strade particolari i freni tendono a usurarsi più velocemente, indifferentemente dalla loro tipologia. A tutto questo si potrebbe aggiungere la poca esperienza del motociclista nel guidare il suo mezzo, il che nel complesso formerebbe la necessità di acquistare dei nuovi freni per il proprio veicolo.

Tra gli oggetti più ricercati per le motociclette si posizionano anche i ricambi facilmente smontabili. A detta degli psicologi, il fatto che essi siano facilmente accessibili e modificabili da la possibilità al proprietario di eseguire vari interventi al fine di modificarne l’aspetto esteriore e renderlo più bello. Tutti gli oggetti facilmente smontabili e rimontatili fanno parte della categoria degli accessori, ma vi rientrano anche le marmitte che, – non a caso, – sono tra i ricambi più ricercato e venduti.

Infine, forse il ricambio più ricercato è la carrozzeria. Tutti i possessori dei motorini vorrebbero che il loro mezzo sia il più bello, il migliore. A questo proposito i motociclisti cercano spesso delle carrozzerie migliori, in modo di dare l’apparenza di velocità, fisicità e dinamicità. Per via dei costi troppo alti di questi oggetti, però, sono tra i meno venduti. Complice anche la situazione economica italiana e la poca possibilità di acquistare simili oggetti.

Leave a Comment

Guida: i tipi di letti e materassi per dormire al meglio

Dormire bene è fondamentale per poter cominciare la giornata pieni di energia, di buon umore e soprattutto senza male alla schiena. Letti e materassi giocano un ruolo fondamentale nella qualità del sonno e sceglierli non è mai semplice. Le questioni da prendere in considerazione sono molteplici: la morfologia (statura, peso, ecc.), necessità specifiche ed eventuali patologie.

Letti e materassi

Gli ortopedici parlano di “sostegno” e “accoglienza”. Per sostegno si intende il fatto che il materasso non deve adattarsi al corpo, ma deve essere un sostegno sul quale il corpo possa appoggiarsi. L'”accoglienza” è invece la tendenza del materasso ad “assecondare” le cattive posizioni che il corpo ha l’abitudine di assumere.

Per dormire al meglio è necessario fare la buona scelta, magari seguendo i nostri consigli su vantaggi e svantaggi dei prodotti presenti sul mercato. Se si lasciano da parte i vecchi materassi in lana della nonna, oggi i materassi che si trovano nella maggior parte delle nostre case sono quelli a molle, in lattice e in Foam. Importante è anche scegliere il buon letto, adatto alle proprie esigenze e al materasso: analizzeremo i letti regolabili.

Materassi a molle

I materassi a molle hanno un alto grado di sostegno; la deformabilità dipende molto a seconda della qualità delle molle. Le molle possono rompersi e il materasso può risultare rumoroso; inoltre, salvo trattamenti specifici, si possono verificare problemi per quanto riguarda polvere e acari.

Materassi in lattice

I materassi in pura schiuma di lattice (100%) hanno numerosi vantaggi e qualità molto interessanti: oltre ad essere igienico è anche molto comodo. I materassi in lattice sono anallergici (non trattengono e non creano polvere), anti-acari e traspiranti. La traspirabilità del materasso evita une sudorazione eccessiva aiutando il corpo a mantenere una temperatura costante.

Materassi in memory o Foam

Il Foam è una schiuma poliuretanica che è in grado di tornare alla forma di partenza dopo essere stata sottoposta a pressione. Grazie alla loro alta resilienza ogni parte del corpo è sorretta in maniera equilibrata a seconda del peso e della pressione esercitati: in questo modo durante la notte il corpo è costantemente sostenuto, indipendentemente dalla posizione assunta.
Come i materassi in lattice anche i materassi in Foam sono traspiranti e altamente igienici.
I materassi sono lavorati in zone differenziate, consentendo un sostegno specifico alla varie parti del corpo.

Sul mercato esistono dei materassi che hanno un lato in memory e uno in foam: perfetti per conciliari i vantaggi dei due tipi di materasso.

Letti regolabili

I letti regolabili possono piegarsi e sollevarsi ad angolazioni diverse. Per poter essere usato su questo tipo di letto, il materasso deve essere flessibile: materassi in Foam e lattice sono adatti, mentre quelli a molle sono sconsigliati perché le molle, se piegate, rischiano di rompersi.
I letti regolabili sono adatti alle persone che hanno dei problemi a salire e scendere dal letto, ma anche per le persone che senza avere dei bisogni specifici amano leggere o guardare la tv stando a letto. Le persone che soffrono di apnee notturne e di reflusso acido possono ridurre gli effetti di questa patologia grazie all’inclinazione regolabile della parte superiore del corpo.

La scelta sul mercato è dunque ampia, l’importante sarà scegliere il vostro letto e il vostro materasso a seconda delle vostre esigenze, lasciando da parte ogni effetto o considerazione sull’ultima moda del momento.

Leave a Comment

Le 5 migliori videocamere a 360 gradi

Le videocamere a 360 gradi sono apparecchi in grado di scattare foto e realizzare video catturando immagini, movimenti e suoni in tutti i punti di vista contemporaneamente. Si può, ad esempio, riprendere il moto delle onde inquadrando tutto lo spazio di mare che si estende davanti a noi, fino ai punti che non riusciamo a inquadrare con la visuale del nostro occhio in quella determinata posizione. Creeremo, così, una performance video in cui le onde circondano la scena, con effetti suggestivi, dando l’impressione allo spettatore di vivere l’intera scena. Ci sono videocamere a 360 gradi di fasce di prezzo profondamente differenziate, e con performance che cercano di soddisfare tutte le diverse modalità di utilizzo, dal momento che si parla di apparecchi che spesso potremmo usare all’aria aperta e in condizioni di movimento, spesso durante performance sportive.

Ricoh Teta S

Estremamente leggera, dalla forma e dimensioni di un telecomando, la qualità principale di questa videocamera è la possibilità di realizzare video sferici con un ottimo bilanciamento dei colori. Inoltre colpisce il modo in cui riesce a unire le immagini, senza sbalzi e inquadrature tagliate. La Ricoh Teta S è la prima videocamera di qualità, con un certo grado di professionalità, giunta sul mercato, capace di produrre video sferici, ma non presenta memoria estendibile.

Samsung Gear 360

Una videocamera facile da utilizzare, che consente di realizzare video di qualità, dotata di risoluzione 4K. Le impostazioni possono essere cambiate facilmente, anche senza smartphone, grazie ai tasti e il display. Però la Samsung Gear funziona soltanto con gli ultimi modelli di smartphone Samsung.

V.360

Particolarmente adatta per performance sportive, soprattutto sport estremi e acrobatici, è una delle videocamere a 360 gradi impermeabile resistente fino alla profondità di circa 1 metro, per 30 minuti. Inoltre è resistente agli urti e alle cadute. Può realizzare video in Full HD, con una risoluzione di 1920 x 1080 ed è possibile attivarla automaticamente grazie all’apporto dei diversi sensori che possiede, come l’altimetro, l’accelerometro e il giroscopio. È possibile controllarla tramite smartphone grazie alla connettività Wi-Fi. L’audio è garantito da due microfoni, con un effetto stereo e i video effettuati vengono registrati su scheda SD della memoria di 128 gigabyte.

Panono

Una fotocamera sferica con un diametro di 11 centimetri circa e peso di 500 grammi. Possiede 36 obiettivi ed è capace di realizzare fotografie panoramiche con una risoluzione di 108 pixel. La memoria interna è di 16 gigabyte, che consente di registrare fino a 600 foto. Una delle particolarità più entusiasmanti di questo apparecchio è che si può lanciare in aria: una volta che la si è lanciata, si attivano subito i sensori interni, e le 36 piccole telecamere, posizionate per tutta l’area della sfera, scattano immagini contemporaneamente. In tempo reale, tramite un’applicazione, le immagini vengono inviate allo smartphone.

Nikon KeyMission

Appare come un piccolo cubo di plastica su cui, ai lati opposti, sono posizionati due sensori fotografici ultramoderni. Hanno un angolo di visuale di 180 gradi circa e sono capaci di realizzare video in Full HD, con risoluzione di 1020 x 1080 ma anche in Ultra Alta Definizione, vale a dire 4K. Il software Nikon interno combina le immagini scattate creando video a 360°. Ma non è soltanto una videocamera a 360 gradi, è anche una action cam, resistente ad urti e cadute e a profondità fino a 30 metri. Con connettività Wi-Fi, NFC e Bluetooth, controllabile dal proprio smartphone.

Leave a Comment

I giocattoli più richiesti e desiderati dai bambini

Per Natale, ma non solo, i piccini esprimono il loro desiderio di possedere alcuni giochi che riescono ad offrire loro la possibilità di potersi divertire veramente tanto.
Ecco alcuni dei giochi che vengono maggiormente desiderati.

Il Monopoly Junior

Sembrerà strano ma, anche con tutte le apparecchiature elettroniche di ultima generazione in commercio, il gioco da tavolo del Monopoly è uno dei passatempi che tutti i piccini desiderano avere.
Questo per il semplice fatto che, questo gioco, riesce a compiere una missione veramente unica: riunire l’intera famiglia e permettere alla stessa di potersi divertire come non mai.
La voglia di sfidare i propri genitori e gli altri parenti, ma anche gli amici, non manca mai con questo gioco, utile anche per poter sviluppare il lato strategico della mente del piccino, il quale sarà in grado di focalizzarsi maggiormente sugli obiettivi principali che si pone, ovvero conquistare il tabellone di gioco con le sue diverse proprietà.

La casa delle bambole

La bambine, invece, apprezzano maggiormente un altro tipo di gioco classico, che risulta essere rappresentato dalla casa delle bambole.
Le piccine, con questo semplice gioco, riescono quasi a ricreare la vita famigliare e ad immaginarsi di essere loro le mamme.
Generalmente, con la casa delle bambole, la socializzazione tra le piccine avviene con maggior facilità, visto che questo semplice gioco riesce nella semplice impresa di offrire ore ed ore di intrattenimento senza limiti.
L’immaginazione delle piccine potrà essere sviluppata in maniera completa grazie a questo semplice gioco, il quale potrà essere accompagnato da tantissime bambole.
Che sia delle Barbie o di altri personaggi poco importa: fondamentale che si tratti però di una casa delle bambole.

La pista delle macchine per i maschietti

Altro tipo di gioco molto richiesto, dal target rappresentato dai bambini, risulta essere quello della pista.
Le macchinine e la pista offrono quindi una valida alternativa al classico gioco elettronico, che sarà in grado di garantire, ai piccini, ore ed ore di intrattenimento. Ci sono tantissime tipi di piste con i temi più diversi, dalle auto semplici alle auto da formula uno o ancora le auto delle sage cartoon, sicuramente la scelta più ampia si trova nei negozi online di giocattoli dove si possono trovare piste divise per tema e dimensioni così da poter individuare la pista giusta.
Regalo ideale se questo oggetto è regalato ad un bambino con un fratello della stessa età o con un compagno di scuola che abita a pochissimi passi da casa sua: questo per il semplice fatto che, con questi piccoli dettagli, il piccino sarà maggiormente felice di usare la pista e di divertirsi.
Ma anche il rapporto col papà gioverà tantissimo grazie a questo dono, visto che assieme costruiranno la pista e la collauderanno giocandoci.

La bicicletta

Non poteva di certo mancare la bicicletta, regalo molto ambito e richiesto sia dai bambini che dalle bambine.
La bicicletta rappresenta quel tipo di dono che riesce ad offrire il massimo livello di divertimento: il poter giocare coi propri coetanei e fare delle sfide di velocità e delle vere e proprie gare, in dei luoghi che devono essere ovviamente sicuri e privi di traffico incessante, rappresenta l’obiettivo finale rappresentato da questo gioco, ovvero dalla bicicletta.
Inoltre, anche in questo caso, il rapporto coi genitori migliorerà parecchio, visto che sarà compito loro quello di insegnare ai piccini ad andare in bicicletta senza l’utilizzo delle piccole ruote.

I giocattoli sono da sempre il regalo migliore in vista di Natale, Compleanni ed altre festività, ogni bambino ama ricevere un giocattolo in regalo più di qualsiasi altra cosa. Regalare giocattoli è in verità una tradizione antica tanto che nel paese di Zagarolo nell’area metropolitana di Roma si trova un museo dedicato ai giocattoli che mostra alcuni dei giocattoli più antichi e ne spiega la tradizione. Un posto da vedere per capire quanto sia importante questo gesto e non sia frutto solo del moderno sistema economico.

Questi sono i giochi maggiormente ambiti dai piccini.

Leave a Comment