Press "Enter" to skip to content

Vasi da arredamento, le ultime mode e tendenze

L’arredamento d’interni si basa sulla ricerca di un’armonia d’insieme, formata dall’accostamento di particolari ricercati:
in questo intento giocano un ruolo fondamentale i complementi d’arredo.

I vasi, in particolare, rappresentano un oggetto versatile ed efficacissimo per trasformare con pochi tocchi lo stile di un angolo, di un piccolo spazio o di un’intera stanza. Spesso sottovalutati, alcune volte messi da parte dalle mode e dalle tendenze, quest’anno i vasi da arredamento riscoprono invece tutte le loro potenzialità, ritrovando un ruolo importante nella decorazione degli ambienti domestici. Ecco quindi che il vaso fa il suo ritorno sulle mensole, sui tavoli e sui tavolini o – quando di grandi dimensioni – direttamente appoggiato sul pavimento: in commercio esistono ormai talmente tanti stili e modelli che sarà impossibile non trovare l’oggetto che saprà inserirsi alla perfezione nell’ambiente da arredare.

Tradizionalmente legato alla sua funzione primaria – cioè quella di contenitore dedicato, in prevalenza, a ospitare fiori e piante – il vaso decorativo svolge oggi una funzione più che altro estetica.

Nella scelta dei vasi d’arredo, però, non sarà solo l’aspetto a dover guidare: materiali, dimensioni e stabilità potranno influire. In primo luogo si dovrà svolgere una breve ma accurata analisi del contesto in cui il vaso andrà inserito.
Spazio a disposizione, base d’appoggio e aspetto degli altri complementi d’arredo presenti nella stanza, infatti, saranno decisivi. In linea di massima si possono individuare ispirazioni più moderne e contemporanee – che giocano su forme e decorazioni geometriche, spesso in contrasto tra loro – in contrapposizione a vasi dall’aspetto classico, di solito modellati su materiali che richiamano la tradizione, come la terracotta.

La scelta potrà ricadere sugli uni o sugli altri sulla base del proprio gusto personale e delle specifiche esigenze dell’ambiente da arredare. Una casa in stile urbano, per esempio, sarà la più adatta a ospitare vasi dalle ispirazioni minimali.
I design essenziali, quasi asciutti, di questo genere di pezzi si presta molto bene alla sovrapposizione di volumi: in questo caso, infatti, i vasi potranno essere collocati in composizioni numerose che consentiranno di giocare con accostamenti di varie dimensioni.
E se la casa, invece, si trova avvolta nella cornice naturale della campagna o del mare?
Via libera, in questo caso, a materiali lavorati artigianalmente – come la terracotta o l’alluminio smaltato – che strizzeranno l’occhio a un gusto più vintage, accogliente e confortevole.

Le ultime tendenze in fatto di vasi d’arredo ripropongono, infine, il sempre apprezzato trend del riciclo e dei materiali riutilizzati o di finto recupero. Tracce di queste suggestioni si ritrovano, per esempio, nello stile shabby chic, in cui i più comuni recipienti dimenticano le proprie umili origini per diventare protagonisti nella decorazione della casa. Ecco quindi che anche i normali vasi per le conserve o i bicchieri scompagnati possono trasformarsi in veri e propri vasi d’arredo, destinati a occupare il posto d’onore sul mobile dell’ingresso o sul tavolo del soggiorno.

La chiave di un allestimento ben riuscito?

Quello di collocarli in grande numero in più punti della stanza, alternandoli ad altri complementi d’arredo nello stesso stile: cornici di legno naturale o oggetti di uso comune nobilitati fungeranno da accostamento perfetto.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *